TommasoMastrolonardo

La Serva di Dio LUISA PICCARRETA una mistica per i nostri tempi di Tommaso Mastrolonardo

La Serva di Dio Luisa Piccarreta, testimone della misericordia di Dio, ha vissuto l’offerta mistica della sua volontà al Padre. Ci serviremo di un percorso biblico e teologico per cogliere la speranza nascosta nella quotidianità del suo messaggio. Il “fiat” nel Padre Nostro verrà presentato come un vero compendio di tutto il Vangelo, in cui sono presenti delle petizioni sia verso il cielo (Dio) che sulla terra (il prossimo). La scelta per l’umanizzazione si realizza nella fraternità e acquista senso grazie a Cristo quale fonte di comunione: «Perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, egli è per me fratello, sorella e madre» (Mt 12,50). Il “fiat” di Gesù nel Getsemani ci farà comprendere l’ottica in cui ha vissuto la Serva di Dio Luisa Piccarreta: lei guardava la croce con gli occhi di Gesù per comprendere e attingere da Lui quell’amore vitale. Attraverso la spiegazione del termine ˈvolontàˈ dal greco: θέλημα, tradotto e interpretato come Volontà di Dio, ci soffermeremo sul fiat voluntas tua: vero mistero di Gesù Cristo. La riflessione avrà per centro focale il primato della volontà secondo il pensiero di Duns Scoto che considera come fondamento della volontà sia la dignità che la causalità per giustificare la sua precedenza rispetto l’intelletto.  Considereremo anche l’interpretazione del concetto di muslìm (musulmano) per guardare alcuni elementi comuni al Cristianesimo con e all’Islàm e servircene, tra l’altro, come strumenti di dialogo interreligioso. L’aspetto educativo sarà il fine del nostro percorso per dare concretezza e quindi incarnare la nostra speranza in contesti difficili, dove la Divina Volontà manifesta un pensiero costante nell’ottica delle beatitudini: amare senza misura. Concluderemo con un analisi del nostro percorso ricordando la testimonianza di don Mimmo Amato, umile servitore della vigna del Signore e quella di p. Pancrazio (Nicola) Gaudioso che da fondatore di una congregazione religiosa, su ispirazione di san Pio da Pietrelcina, ha consegnato alla Chiesa un nuovo modello di vita consacrata. Queste figure insieme a San Francesco d’Assisi saranno come un faro che ci farà vedere la terraferma cioè la concretezza della vita cristiana. La mistica della Serva di Dio Luisa Piccarreta non trascende la storia, ma discende incarnandosi nella storia di santità.

libro: www.amazon.it/dp/B09G9LKTYN

e-book: www.amazon.com/dp/B09J5D8RKY

 

Tommaso Mastrolonardo è nato a Bari (1978). Nel corso della sua gioventù ha vissuto diverse esperienze a contatto con i “poveri”. La sua formazione personale sarà segnata da varie scelte vocazionali e di volontariato. Ha conseguito il Diploma di maturità e la licenza odontotecnica, per proseguire con la Laurea in Scienze Religiose, Triennale e Magistrale. Di seguito  il Master di 1° livello in Dialogo Interreligioso – Didattica delle Religioni e il Dottorato di Ricerca (phD) in Bioetica personalista.